Les 2 Moulins

IconIl Bistrot delle Idee

Un po' di intelligenza! (artificiale)

E' ancora presto per poter fare una chiacchierata con HAL, l'astronave di 2001 Odissea nello Spazio, ma la ricerca nel campo dell'intelligenza artificiale sta facendo passi da gigante trovando un numero sempre maggiore di applicazioni.

Le tecnologie più interessanti da un punto di vista filosofico sono indubbiamente i sistemi di decisione basati sulla Logica Fuzzy e le Reti Neurali.
I primi utilizzano un nuovo tipo di logica, chiamata fuzzy cioè sfumata, che non si esaurisce nella dicotomia vero-falso ma che è in grado di gestire molte sfumature di quasi-vero e quasi-falso, dando la possibilità al programma di capire molte delle frasi della vita reale le quali, raramente possono essere etichettate con certezza vere o false.
Le reti neurali, invece, sono delle simulazioni del cervello umano che viene riprodotto, in (molto) piccolo, nella sua struttura di base. In particolare, viene ricreata una rete fortemente connessa di componenti elementari uguali fra loro (i neuroni) che, dopo una opportuna fase di training (allenamento), è in grado di risolvere problemi che necessitano una certa capacità di generalizzazione.

Queste due tipologie di programmi intelligenti, così diversi per concezione, dato che uno simula il modo di pensare umano senza curarsi del modo con cui questo è ottenuto mentre l'altro cerca di ricostruire la struttura del cervello, se affrontano lo stesso problema, arrivano a soluzioni simili e ottimali.
Questo, inevitabilmente, va ad incrinare la credenza comune che non si possa spiegare la complessità della mente umana solo con la mera materia cerebrale.

PS: Mi si perdoneranno le semplificazioni effettuate, rese necessarie dalla complessità del problema

 
 
 
 

Posta un commento 1 commenti:

Scarlet ha detto...

Il fatto che siamo solo carne e sangue e' difficile da mandar giu' per la presuntuosa specie umana di cui tutti facciamo parte...

28 novembre 2007 15:39

Posta un commento